Osservazioni sull'efficienza TPL - anno 2019 Stampa

treno

Sono in linea le Osservazioni del Gruppo Mobilità WWF al 03 febbraio 2019

 

GRUPPO MOBILITA’ SOSTENIBILE

 

 

Nome dell’iniziativa: “OSSERVAZIONI sull’efficienza del trasporto pubblico”.

Dove:              Napoli città e provincia – regione Campania.

Quando:          Dal 1° Gennaio 2012.

 

 

Osservazioni aggiornate al 3 febbraio 2019 sulla base principalmente di notizie raccolte nel corso di eventi o riportate su stampa locale e media.

 

 

 

Nel trasporto pubblico cittadino e regionale l’inizio dell’anno 2019 non ha portato variazioni sostanziali rispetto allo scenario di dicembre 2018, ma sembra avvicinarsi il momento (tra metà/fine 2019 e inizio 2020) dell’arrivo e messa in servizio di un numero consistente di nuovi bus e dei tanto attesi 10 nuovi treni per la Metro1, indispensabili per consentire la ripresa di un servizio di trasporto decente.

 

 

 

Intanto il 2 febbraio, organizzata dall’associazione Vivoanapoli, si è tenuta al PAN una Assemblea Pubblica sul Trasporto a Napoli e nell’area metropolitana a cui ha partecipato il WWF Napoli per fare il punto della situazione e cercare di capire quali sviluppi ci attendono nei prossimi mesi e anni e in che tempi e’ possibile attendersi un miglioramento degli attuali standard di servizio.

 

Si è provato a cercare una risposta nell’ambito di un confronto aperto con la partecipazione di Nicola Pascale, Amministratore Unico ANM, Umberto De Gregorio, Presidente EAV, mentre non è potuto intervenire Mario Calabrese assessore alle Infrastrutture e al Trasporto del Comune di Napoli.

 

 

Hanno aperto il confronto i due amministratori De Gregorio e Pascale entrambi subito premettendo che le società di trasporto soffrono di carenza di mezzi, di autisti e di risorse. Entrambi hanno fatto presente che la loro prioritaria preoccupazione è tenere in carreggiata finanziaria le società, che hanno accumulato nel passato debiti enormi, condizione necessaria per avviare il miglioramento del servizio.

 

 

Eav ci ha tenuto a precisare che oltre ad occuparsi del servizio è soggetto attuatore degli investimenti della Regione (a differenza di Anm), è in qualche modo uscita dal rischio del fallimento grazie al rimborso di 600 milioni avvenuto circa un anno fa ed ora ha un debito di soli 100 milioni, ed ha raggiunto utili nel bilancio 2017. Tra il 2016-18 ha acquistato 12 nuovi treni, sta espletando gare per acquisire 40 nuovi treni per la Circum, ha riaperto 12 cantieri per la riqualificazione di 20 stazioni e altre 20 nel 2019, ricavi da biglietteria incrementati dell’80%, lavori in corso per 1,2 miliardi, piano assunzioni di 350 persone.

 

Anm invece vive una vita più problematica in quanto soggetta al concordato preventivo aperto il 22.4.2017. La ristrutturazione del debito è all’esame del Tribunale e dopo l’auspicato via libera il concordato deve essere sottoposto ai creditori per l’approvazione. Sono in circolazione 56 nuovi bus e sono in corso acquisti di altri 38 bus (il 70% finanziato dalla Regione). Sono in corso le attività per riattivare la LTR e i filobus ai Colli Aminei. I primi 10+10 nuovi treni di Metro 1 cominceranno ad essere messi in esercizio tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. Inevitabile l’aumento del ticket di 10 cent. presumibilmente da metà anno.

 

Il WWF e altri hanno chiesto aggiornamenti in merito alla più volte annunciata integrazione tra le varie linee ferroviarie e su gomma regionali (Parigi e Londra hanno molte linee metropolitane gestite da un unico soggetto) e l’entrata in funzione dei bacini di utenza per i quali c’è un bando che comunque esclude la città di Napoli per differenza di vedute tra Regione e Comune. Argomenti restati senza risposta in quanto assenti i rappresentanti delle istituzioni a cui competono le scelte.

 

In coda all’assemblea si è registrata la forte protesta di utenti esasperati dalle lunghe attese alle fermate dei bus, dalla mancanza di informazioni sugli orari e dai continui disservizi.

Ecco quanto riportato nei titoli dei Quotidiani del 3.2.2019:

Mattino: ANM, ticket più cari, ma arrivano 36 bus. Aumento di 10 cent da maggio. I servizi contestati dai cittadini: “Attese infinite alle fermate”.

Repubblica: Trasporto, l’ira degli utenti: “Noi cittadini di serie B”. Proteste degli utenti durante l’assemblea pubblica di Vivoanapoli. EAV ed ANM: “Facciamo il possibile, ma fondi a rischio”.

 

 

Contatti:

mail ufficiale: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

mail per volontari: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

pagina Facebook: https://www.facebook.com/WWFNapoli

pagina Twitter: https://twitter.com/WwfNapoli

sito Wwf Napoli per il trasporto pubblico: www.mobilitanapoli.it