Tematiche e Attività

Menu Principale

Osservazioni su efficienza TPL 2019 PDF Stampa E-mail

tram e vesuvo-001

Aggiornamento al 28 febbraio 2019

 

GRUPPO MOBILITA’ SOSTENIBILE

 

 

 

 

Nome dell’iniziativa: “OSSERVAZIONI sull’efficienza del trasporto pubblico”.

Dove:                  Napoli città e provincia – regione Campania.

Quando:    Dal 1° Gennaio 2012.

Scopo:     Monitorare l’efficienza del trasporto pubblico a Napoli ed in regione Campania per stimolare i soggetti preposti a compiere urgenti azioni di miglioramento.

 

Il WWF Napoli per l’efficienza del trasporto pubblico in Campania

VIII° anno.

 

 

 

 

Osservazioni aggiornate al 28 febbraio 2019 sulla base principalmente di notizie raccolte nel corso di eventi o riportate su stampa locale e media.

 

 

 

Nel mese di marzo l’attenzione si sposta da Anm all’azionista unico Comune di Napoli, per la cui situazione finanziaria, sempre dai titoli dei quotidiani e dalla realtà, emergono forti e fondate preoccupazioni:

 

 

 

Mattino del 15 febbraio:

 

“Consulta, la scure sul Salva-Napoli; bocciata dai giudici il comma della Finanziaria del 2017 che dava la possibilità di rateizzare il debito in 30 anni”,

 

 

 

Mattino del 16 febbraio:

 

“Metro 6, una nuova ditta per scongiurare lo stop”.

 

 

 

Mattino del 21 febbraio:

 

“Anm, soldi fino a dicembre, il contratto per gestire il trasporto locale scade a fine ’19; nessuna proposta di rinnovo”.

 

 

 

Mattino del 22 febbraio:

 

“Il caos trasporti. Affondo del sindaco: De Luca ha un piano per far fallire l’Anm. La Regione: Non riesce a gestirla, ci chieda aiuto e glielo daremo”.

 

 

 

Mattino del 23 febbraio:

 

“Anm, è scontro sul contratto, lavoratori pronti allo sciopero”.

 

 

 

Mattino del 28 febbraio – articolo di Sergio Sciarelli:

 

“Anm, una crisi senza sbocchi se non si apre ai privati”.

 

 

 

C’è comunque una buona notizia:

 

Repubblica 19.02.2019: Campania: trasporto pubblico locale, in arrivo 800 nuovi bus. Anche 35 minibus 'su misura' per Capri e Procida. Assessore Calabresi replica a De Luca: "Diamo 54 milioni annui per compensare le risorse regionali insufficienti".

 

 

 

L’Associazione scrivente, WWF Napoli, da molto tempo sostenitrice del sempre più stretto rapporto tra disponibilità di un congruo numero di mezzi su strada (attualmente ai minimi termini) ed efficienza del trasporto pubblico, ha approfondito con Acamir (la società regionale che bandisce le procedure di gara) i dettagli della fornitura, e ne è scaturita la seguente tempificazione:

 

 

 

entro anno 2019, primi mesi del 2010: entreranno in funzione 165 nuovi bus di cui 149 extraurbani a gasolio euro 6 e 16 urbani/suburbani ibridi.

 

entro anno 2020: dovrebbero essere disponibili 160 bus, precisamente 60 suburbani e 100 urbani di cui 35 a metano. La fornitura è però strettamente legata alle sorti della società Industria Italiana Autobus (ex Bredamenarinibus più Irisbus) la cui produzione negli stabilimenti di Bologna e Valle Ufita attualmente non viene svolta in modo costante a causa di problemi finanziari dell’azienda e di approvvigionamento dei materiali che non riescono a garantire i tempi produttivi e di consegna stabiliti. Delle commesse vinte dalla Industria Italiana Autobus sul territorio nazionale solo una piccola parte è stata prodotta in Italia, gli esemplari restanti di autobus sono stati assemblati dalla Karsan in Turchia.

 

entro anno 2021: potrebbero essere aggiudicate la gare (programmate, ma ancora da bandire) per 99 bus urbani/suburbani (di cui 35 a metano) e 125 extraurbani.

 

 

 

Anche per l’anno 2022 saranno espletate gare programmate per 259 mezzi, di cui 95 extraurbani e 164 urbani/suburbani.

 

 

 

L’investimento totale ammonta a 200 milioni di euro circa di fondi pubblici a cui in pochi casi partecipano anche i Comuni richiedenti con il 30% della spesa.

 

Per quanto riguarda l’arrivo dei primi nuovi treni per la linea 1 del metrò, resta fissata la data dei primi mesi del 2020.

 

 

 

C’è, però, una considerazione da fare: il numero di bus extraurbani è di gran lunga superiore a quello degli urbani/suburbani. Questo vuol dire che la situazione asfittica del servizio fornito dall’Anm alla città di Napoli, difficilmente vedrà un miglioramento consistente, se non si intende intervenire con altri fondi da stanziare.

 

 

 

Contatti:

 

mail ufficiale: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

mail per volontari: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

pagina Facebook: https://www.facebook.com/WWFNapoli

 

pagina Twitter: https://twitter.com/WwfNapoli

sito Wwf Napoli per il trasporto pubblico: www.mobilitanapoli.it